Webranking a #STEMintheCity
Uno studio condotto dal reparto di Digital Analytics sul comportamento d'acquisto delle donne online

Webranking a #STEMintheCity

Risparmio tempo: compro online è il titolo dello studio realizzato dal nostro reparto di Digital Analytics e presentato questa mattina a Palazzo Marino all’interno di STEM in the City, l’iniziativa promossa dal Comune di Milano che vuole diffondere una nuova cultura digitale e sostenere la scelta di materie scientifiche nel percorso di carriera delle donne.

Lo studio, basato sulla navigazione di 12 milioni di utenti degli ultimi 2 anni, si è focalizzato su 4 settori: moda, intrattenimento, viaggi e tech e ha analizzato i siti inerenti. Il risultato? Le donne online sono più giovani degli uomini e più smart. Infatti, il 65% delle donne fruisce dei contenuti online da mobile ed è più fedele ai brand, che seleziona solo dopo aver accuratamente vagliato altre soluzioni.
In più, sono loro a prenotare i viaggi confrontando i prezzi sui vari siti (69%), ad acquistare sulle piattaforme di ecommerce di moda (63%), ad avere l’ultima parola nella scelta dell’intrattenimento per la famiglia (40%), anche se l’acquisto finale resta appannaggio maschile insieme a quello per la tecnologia (36%).

«Come riescono le donne a far tutto? Grazie ad Internet, risponderemmo immediatamente io e le mie colleghe di Webranking, in cui la percentuale di donne è del 42% su circa 100 dipendenti– Elena Caserini, Digital Marketing Director di Webranking – Questa ricerca nasce dalla volontà di capire se è così anche per le donne che non lavorano in questo settore. E ciò che emerge è che la tecnologia svolge l’importante ruolo di semplificare gli impegni quotidiani, permette di ridurre i tempi di un acquisto, nonostante la tendenza femminile ad essere sempre molto attenta a confrontare i prezzi e a cercare quello più vantaggioso.»